venerdì 4 febbraio 2011

CONVOCAZIONI SUPERPOPPA - BOCA QE

CONVOCAZIONI SUPERPOPPA - BOCA QE

ROSSI FRANCESCO
BOLLINI
POGGINI
ZANGARELLI
TIDDIA
PACINI
GIOGLI
GIOVAGNINI
NOCITA
TARDUCCI
FABBRI FRANCESCO
ZANCHI
ROSSI STEFANO
POPONCINI
UMANI
BELLANTI
VALORI
BERTELLI

I convocati dovranno trovarsi entro le ore 12.45 presso il BAR CHIARO-SCURO.

8 commenti:

Rouges 27 ha detto...

Il coma sta ancora male?

Tardu ha detto...

Perchè è mai stato bene??

Fede.Cap. ha detto...

Ma una domanda intelligente?

Fede.Cap. ha detto...

Voglio na partita de core.
Vostro Tottone.

Rouges 27 ha detto...

Pensavo che parlando con persone come voi certi concetti fossero sottintesi...era logico pensare che mi riferissi alle condizioni fisiche del signor Comanducci Gabriele e non allo stato psico-mentale di un soggetto assai difficile da analizzare anche per gli psicologi più esperti...
Con tutto il rispetto Coma,ma dovevo precisare....

Tardu ha detto...

Rouges dire psico-mentale è come dire rossi-capella..non si dice perchè è la stessa cosa!!o psico o mentale...
o rossi o capella..

Rouges 27 ha detto...

Lo sviluppo psico-mentale si organizza per fasi successive, ma strettamente connesse perché legate a situazioni, cioè ambiti relazionali diversi nei quali il bambino-soggetto va sperimentando modelli differenti sino a raggiungere una organizzazione definitiva che lo seggettivizza completamente.
L’importanza di questa modalità interpretativa dello sviluppo sta nella sua dinamicità, nel senso che il bambino sperimenta modelli, cambiando la sua “maschera” che risulta la facciata per proporsi come “visibile”, ma che, a sua volta, è in stretta relazione con le aspettative-bisogni-richieste dell’ambito di riferimento.
Si giustificano, in questo modo, le osservazioni clinico-terapeutiche per le quali si è messo in evidenza come il soggetto-bambino modifica il comportamento e l’atteggiamento a seconda che di trovi:TU DA PICCOLO EVIDENTEMENTE TI SEI TROVATO IN UN CONTESTO UN POCHINO GAYO CARO ALESSANDRO E NON DIRE CHE VAI A PRATO XCHè HO SCOPERTO DOVE VAI VERAMENTE...

coma.gab ha detto...

ahahah scusate se prendo parte tardi alla discussione ... cmq meglio così, altrimenti avrei rischiato di rovinare questo splendido alterco, peraltro con notevoli risvolti dialetticici, fra due soggetti che sono clinicamente, anzi mento-fiso-psicamente (corretto!?!)di difficile collocazione. Io azzardo l'ipotesi di sindrome da "checcae instericae": il quadro ha una eziologia non chiara, ma temo di non discostarmi troppo dall'effettivo problema. Purtroppo laddove la diagnosi fosse corretta temo un processo degenerativo per i soggetti affetti dalla sindrome con potenziali rischi infettivi se questa poi si rivelasse essere nella più grave forma "speletae". Le "Checcae Istericae Spelatae" infatti cercano incitate dalla loro patologia, di infettare gli altri mettendo in atto innaurali rituali di riproduzione, molto spesso di breve durata, ma spesso sufficienti per il contagio. Alla luce di ciò, spero vivamente di aver posto alla vostra attenzione una problematica che potrebbe rivelarsi anche piuttosto seria per i rendimento della squadra: pen nota è infatti la predilezione delle "checcae Istericae Spelatae" per insensati falli da dietro o incomprensibili cappelle.
(quasi)Dott.(quasi)Ing. G.Comanducci

Archivio blog